Omelie

 

Siano i tuoi orecchi attenti
alla voce della mia preghiera ...


La meditazione della Parola di Dio è guida sicura nei sentieri della Verità e dell'Amore. 

Per seguire il Vangelo domenicale potete andare alla sezione "La Parola della Domenica" che trovate nella HOME: "LA PAROLA DELLA DOMENICA"

Le meditazioni sono corredate da testo e da commento video

Oltre la quotidianità

Omelia al Vangelo di Luca 11,1-13 - XVII Domenica T.O. / C

Gesù suggerisce la preghiera del “Padre nostro”. Una preghiera di fiducia, di richiesta, di necessità quasi ad indicare che non si prega per riempire un vuoto del tempo, ma perché si vuol condividere con l’altro il vuoto, la disperazione, la fiducia, la gioia. La preghiera non è una formula tocca sana per fronteggiare i mali di questo mondo o uno scudo per allontanare gli strali di Dio, ma partecipazione alla vita di Dio, è permettere a Lui che prenda parte alla nostra vita. Non sono le parole che contano, ma lo spirito, la tua anima, il tuo sentimento.


Dokument anzeigen

Oltre la competizione

Omelia al Vangelo di Luca 10,38-42 - XVI Domenica T.O. / C

Questo brano non è soltanto un modo di interpretare due stili di vita: quella contemplativa e quella attiva, due modi per vivere e per sentirsi felici, ma ci indica ci indica la strada del dare valore agli impegni che abbiamo scelto senza sentirci in competizione gli uni gli altri, quanto invece complementari, ognuno nel suo ruolo.
La insoddisfazione personale porta a non esaminare col giusto peso la realtà e si attacca il prossimo per delle stupidaggini.

Dokument anzeigen

Oltre il "passare oltre"

Omelia al Vangelo di Luca 10,25-37 - XV Domenica T.O. / C

 

 I due passanti vivevano dell’osservanza di un culto freddo, senza vita. Il guaio peggiore è non solo essere “passati oltre” quel pezzo di strada, ma anche oltre il cuore e la mente, oltre ogni vero e profondo rapporto umano, oltre ogni sincera religiosità, infatti, il giorno dopo, quelli ritornano a compiere il loro culto, a quel Dio che il giorno prima, avevano lasciato steso a terra, mezzo morto, sulla strada come se nulla avessero visto. Assurdità della coscienza! 

Dokument anzeigen

Oltre la chiamata

Omelia al Vangelo di Luca 10,1-12.17-20 - XV DOMENICA T.O. / C

Ora in una confusione di valori, di gente che cerca solo protagonismo, la preghiera è più calma, più fiduciosa… si comprende che la richiesta deve essere diversa: “Signore donaci vocazioni, ma aiutaci a saper qualificare il servizio e a dividere bene il lavoro.
Aiutaci ad essere propositivi, senza essere superficiali, non ci hai mandato per lamentarci continuamente sulle cose che vanno male, ma, nonostante tutto, per annunciare la tua Parola, il tuo Vangelo.

Dokument anzeigen

Oltre la scelta

Omelia al Vangelo di Luca 9,51-62 - XIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO / C

Una scelta si porta avanti se si ha il coraggio di sentirsi attratti dalla idea che abbiamo scelto.
La felicità è nell’obiettivo raggiunto pur se bisogna affrontare difficoltà.  Anche noi oggi per vivere in pienezza, dobbiamo sentirci attratti dall’obiettivo che abbiamo scelto e non spinti da persone o dal dovere per raggiungerlo. Dokument anzeigen

Date voi stessi da mangiare


Omelia al Vangelo di Luca 9,11b-17

Gesù legge il problema con chiave di lettura diversa: con compassione, cum-patere, soffrire insieme, avverte che il grido silenzioso della stanchezza e della fame della gente, è coperto dal desiderio di stare con Lui e Lui sta bene con loro, ed è consapevole che loro sono lì per Lui, e Lui c’è perché ci sono loro e non può mandarli via con un invito a cercarsi del pane da mangiare: noi ci siamo perché loro ci tengono in vita.

Dokument anzeigen

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo...

Omelia al Vangelo di Giovanni 16,12-15 - SS. TRINITA' / C 

Le stesse parole di Gesù “Molte cose ho ancora da dirvi, ma per il momento non siete capaci di portarne il peso” non solo ci invitano a non perderci in filosofici e freddi ragionamenti lontani dall’esperienza quotidiana, ma altresì ad accettare con il tempo dell’apprendimento, il mistero della Trinità che agisce per uno stesso fine ed è mosso da un insondabile amore che si fa dono. Dokument anzeigen

Apparvero lingue come di fuoco....

Omelia al Vangelo di Giovanni 14,15-16.23b-26  - Atti degli Apostoli 2,1-11 - DOMENICA DI PENTECOSTE - ANNO C

La loro vita, fatta di paure, si svolgeva nel segreto e con pochi amici. Occorreva uno scossone che li allontanasse da quella realtà.

“Mentre erano tutti insieme, un gran fragore riempì la casa dove si trovavano gli apostoli ”: il vento impetuoso travolge ogni cosa,
si sente un forte boato: la paura si fa coraggio, lo spavento diventa audacia, il chiuso si apre, le tenebre diventano luce, la saggezza si riempie di meraviglia e di passione: finalmente!

Dokument anzeigen

Si staccò da loro....

Omelia al Vangelo di Luca 24,46-53 - VII DOMENICA DI PASQUA -  ASCENSIONE DEL SIGNORE / C

Gesù promette il dono di “una potenza dall’alto”, quasi ci dice: non vi lascio soli, non abbiate paura, qualcuno verrà a darvi forza. Queste sono parole di una persona che sta andando via e che ha paura; Dio che ha paura di lasciarci, Dio non può stare senza di noi.

Anche a noi oggi, spettatori di questa scena ed eredi della benedizione, resta una scelta: o tornare a vivere una fede del “si è fatto sempre così” oppure credere che tutto ciò che ci conduce a Dio, deve andare verso l’alto... non più guardando a terra con gli occhi bassi...

Dokument anzeigen

Oltre la dimora

Omelia al Vangelo di Giovanni 14,23-29 - VI DOMENICA DI PASQUA / C

Con quel dimorare in noi, Dio entra nella nostra intimità e la condivide con noi, sta nelle nostre relazioni, nella nostra quotidianità fatta di lavoro, di fatica, di successi e insuccessi, di malattia e di salute. Ci comunica se stesso e ci riempie di Sé. E la nostra dimora si fa luce che scaccia le tenebre, calore che riscalda il freddo, comunione che scioglie la solitudine, perché è vivere insieme a qualcun Altro nell’amore.

Dokument anzeigen

Oltre l'egoismo

Omelia al Vangelo di Giovanni 13,31-33a.34-35 - V DOMENICA DI PASQUA / C

E Gesù si preoccupa della vita di questo amore necessario ma sempre più fragile nelle mani di una umanità divisa senza progetti, senza idee, come pecore senza pastore, e dà un messaggio per l’uomo di tutti i tempi: non sentitevi soli, amatevi gli uni gli altri come io vi ho amato. Cioè ognuno sia di sostegno all’altro nel rispetto reciproco. Inoltre con quel “come”, che è collante, ci innalza alla capacità di amare “come” Dio ci ha amato, che vuol dire dare la vita per l’altro, sacrificarsi con l’altro per dargli una vita felice.

...Tu sei cristiano non perché preghi, fai grandi cose, perché sei saggio, questo lo fanno anche i gentili, tu lo sei perché ami “come” Cristo ha amato.

Dokument anzeigen

Oltre l'ascolto

Omelia al vangelo di Giovanni 10,27-30 - IV DOMENICA DI PASQUA / C

Il Vangelo odierno, con i suoi verbi, ci offre suggerimenti non solo su come vivere bene insieme ma anche come mostrare contemporaneamente la bellezza di questa società umana, dove invece sembra regnare il deserto straripante di superbia ed egoismo.

I verbi che emergono in questa pericope sono: ASCOLTARE, SEGUIRE, SENTIRSI AMATI. 

Vivendo così, scoprirai la tua vita come vocazione e vivendo con passione e coraggio il tuo ruolo, gradualmente percepirai che la vita è vera, libera e genuina perché si fa servizio.

Dokument anzeigen

Oltre la delusione

Omelia al Vangelo di Giovanni 21,1-19 - III DOMENICA DI PASQUA / C

Non occorrono interventi miracolosi per credere in Dio, ma ascoltare piuttosto quel Dio che è dentro di noi.
Noi siamo quello che conteniamo. Gesù ci invita a fare bene e il nostro “voler bene” si trasforma in amore e il Signore si accontenta del nostro “volergli bene”. È come se dicesse a Pietro: ora che hai imparato a comprendere le miserie della vita, ora che sai fare distinzione e sai dare valore alle cose, ora che credi in te stesso e ti fidi di te, io ti dico: seguimi.

Dokument anzeigen

Oltre il toccare

Omelia al Vangelo di Giovanni 20,19-31- II DOMENICA DI PASQUA O DELLA DIVINA MISERICORDIA / C

Dopo il dono del “Pace a voi”, a Tommaso che era con gli altri, e Giovanni conferma “era con loro anche TOMMASO”, Gesù lo chiama a verificare, a mettere il dito nelle ferite: lo invita a credere. Gesù, con le cicatrici della sofferenza nella quale ognuno di noi si identifica, non chiama solo Tommaso, oggi chiama me, chiama te, chiama ogni uomo alla concretezza della fede nel Risorto.


Dokument anzeigen

Cristo è risorto! Alleluia!

Omelia al Vangelo di Giovanni 20,1-9 DOMENICA DI PASQUA - RESURREZIONE DEL SIGNORE / C

Seguiamo, allora, l’eco delle campane che, in silenzio per tre giorni, ora danno parola all’uomo che non smette di portare di paese in paese, di città in città, da cuore a cuore la grande notizia: Cristo è veramente risorto; l’umano diventa eterno in Dio! Il cuore percepisce, la fede conferma.Dokument anzeigen

Oltre l'Osanna

Omelia al Vangelo di Luca 22,14-23,56 DOMENICA DELLE PALME / C

Inizia con la giornata delle palme in cui anche noi, almeno una volta l’anno, confusi tra la folla abitudinaria, ci impastiamo con loro per osservare, applaudire, srotolare tappeti al Cristo per incoronarlo re. E, così, oggi come allora, tutti siamo sempre vogliosi e contemporaneamente timorosi nell’affrontare questo mistero di Dio: “Ama il Padre, ringrazia per la vita, io sono qui per te, fa di me ciò che vuoi!”Dokument anzeigen

Oltre le pietre

Omelia al Vangelo di Giovanni 8,1-11 V DOMENICA DI QUARESIMA / C

La giustizia non si svolge per strada o per televisione, ma nei luoghi stabiliti. Curiamo il nostro cuore e facciamo in esso la prima giustizia. L’andarsene degli accusatori iniziando dai più anziani, apre alla verità. C’è una crepa in ogni cosa ed è da lì che entra la luce. Dopo aver scritto per terra, Gesù si alza davanti alla donna ancora in piedi. Loro due soli. “Donna dove sono, nessuno ti ha condannato?" 

Dokument anzeigen

Oltre l'attesa

Omelia al Vangelo di Luca 15,1-3.11-32 IV DOMENICA DI QUARESIMA / C

Infatti quando vede il figlio ancora lontano, gli corre incontro. È sempre così! Dio cerca l’uomo sempre e nonostante le sue infedeltà. Non s’impone ma si propone, rimane in attesa e crede nel ritorno, dando per certo l’amore del figlio che resta. Il Padre che ama, non guarda la conseguenza del peccato che ha abbruttito suo figlio. Lui guarda dentro, guarda oltre il peccato. Lui ammira la grinta del cuore che tiene in piedi quei brandelli di vita corrosi dal rimorso: questi è suo figlio! 

Dokument anzeigen

Oltre il castigo

Omelia al Vangelo di Luca 13,1-9 III DOMENICA DI QUARESIMA / C
 

A volte è soltanto la nostra fragile onnipotenza colpita che ha bisogno di cercare colpevoli, per scaricarsi della responsabilità personale. Inoltre per testimoniare il cambio di mentalità e un modo nuovo per stare con le persone, Gesù presenta una parabola che è chiaramente in contraddizione con l’idea del Messia castigatore: essere pazienti.

Dokument anzeigen

Gesù...oltre il Tabor

Omelia al Vangelo di Luca 9,28b-36 II DOMENICA DI QUARESIMA / C

Il Vangelo indica Colui sul quale riporre la speranza: Il Gesù trasfigurato sul monte, che si prepara ad essere lo sfigurato della croce; questi e questi soltanto va ascoltato. La trasfigurazione è andare oltre il limite, oltre la natura; è contemplare l’uomo che si butta fiducioso nelle mani di Dio. Dokument anzeigen

Gesù non può esercitare la sua libertà

Omelia al Vangelo di Lc 4,1-13 I DOMENICA DI QUARESIMA / C

Gesù, come ogni uomo, è tentato in quello che può fare e saprebbe farlo anche molto bene, lui non è tentato su cose impossibili. Ma non può e non deve esercitare la sua liberta nel soddisfare la richiesta del tentatore perché in quel momento il soddisfarla sarebbe una sottomissione al diavolo stesso: l’esercizio di libertà ha il suo tempo e le sue ragioni e in quel momento proprio il non fare è attuare la sua libertà. Dokument anzeigen
La vita è bella

Segreteria
Don Alberto Ferrara
Mühlegasse 8
8353 Elgg
E-Mail: ferraralberto@gmail.com

Umsetzung und Programmierung Copyright © 2017 clip interactive GmbH